Orsù, son Virgilio

Piacere mio, così s’usa dire oggi?

Mi chiamo Virgilio, proprio il Virgilio che voi tutti conoscete, proprio io che m’apprestai ad accompagnare Dante per le vie della Commedia, proprio io che stilai l’ Eneide e le Bucoliche che voi tanto ammirate, proprio io che, pensate un po’? Son finito all’Inferno… ma non un solo girone associatomi par normale,  visto ch’al Limbo mai cacciato!

Sii dannato Dante, poiché a causa tua, soffro, non pene al par de comuni peccatori, ma rigurgiti dell’animo, strazi dolenti che solo l’anima priva di corpo può conoscere. E così, dopo l’aiuto che t’offerto, dopo le dolenti piaghe c’ho passato per il semplice tuo desiderio d’ascendere a Dio, dopo aver conosciuto la somma bellezza, così mi sfregi, così m’imbruttisci?

Che ti possa ricordare le sofferenze altrui, che ti s’ appesantisca l’animo a tal punto da cadere sulle mie ginocchia, Dante, colui che si crede mio successore… senti questa nova:

MA VA ALL’INFERNO!

 

Testo di Federico Morbidelli/Tutti i diritti sono riservati(C)

Annunci

3 pensieri riguardo “Orsù, son Virgilio

  1. Povero Dante, mica è colpa sua: era una questione burocratica… se interessa, sul nostro blog ho scritto una poesiola che riassume Virgilio, solo di parole che iniziano per “V”. Era un gioco interessante, ci ho provato (Cambiaversi > “Iniziali-Virgilio”). Comunque è un bello sfogo, ci sono forse due refusi ma niente di che.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...