Consapevolezza

Un uomo si guarda, si chiede il perché, il come, il quando. Non riesce a bloccare le domande. Non un altro pensiero lo attraversa perdendo la curiosità, se così si suole chiamare, per un mondo che lo ha generato. Si guarda e vede se stesso, la vita, il bisogno di non fermarsi. Cerca risposte, cerca di capire…

Non nasconde la paura, il senso di colpa, ma li teme più di ogn’altra cosa. Scappa dalla vita, scappa dal qualcosa che lo ha generato. Poi, comprende. Perché si trova là, la ragione per la quale vive. Ma la paura rimane. Ogni azione che svolge è premeditata, evita di fare errori, dopotutto è lui stesso a decidere. Inizialmente cerca vie di fuga ai problemi, ma come vede, non esistono. Si dichiara colpevole dei propri errori, si pente. Continua a porsi domande, ma senza fuggire. Quest’uomo è Cristiano, è Buddista, è Islamista. Non è pazzo.

Ricordate: questa non è pazzia, è consapevolezza. In un mondo così, l’uomo deve essere consapevole.

th (3)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...